Chiesa della Natività

Chiesa-della-Natività-01

La Chiesa della Natività di Maria Vergine viene comunemente chiamata dai thienesi “la Ceseta Rossa” per la particolare bellezza, ma soprattutto per il colore conferitole dai mattoni.

Fu eretta nel secolo XV dalla nobile famiglia Porto quale cappella gentilizia del Castello. Può considerarsi un vero gioiello dell’arte gotica; lo stile richiama infatti quello del vicino Castello. Un tempo svolse probabilmente anche funzione di parrocchiale delle case che sorsero addossate al castello.

Internamente la pianta è rettangolare con volta a doppia crociera, mentre l’abside è pentagonale con volta a lunette. Ha un solo altare, sopra il quale si trova una splendida “ancona” in legno scolpito, attribuibile a Pietro Lombardo o alla sua scuola. Essa è divisa in tre riquadri, con al centro la Madonna con Bambino e ai lati S. Francesco e S. Bartolomeo, mentre nella parte superiore un frontone arcuato con timpano in cui è rappresentata la figura di Dio Padre, circondata da cherubini.

La chiesetta racchiude numerose testimonianze e le spoglie di alcuni illustri personaggi delle famiglie Porto e Colleoni.

Di particolare interesse il monumento sepolcrale di Teresa Colleoni, opera del 1844 eseguita da Gaetano Monti, allievo del Canova.

La Chiesetta è aperta ogni anno l’otto settembre festa della “Natività di Maria” per la celebrazione della Santa Messa.

Per ulteriori informazioni ed approfondimenti vedi :

http://www.castellodithiene.com/it/castello/cappella_gentilizia/Cappella_Gentilizia.aspx

 

Condividi su:   Facebook Twitter Google