Regole di accesso in chiesa

Riportiamo qui sotto le regole (in osservanza delle rigorose disposizioni in merito all’emergenza sanitaria Sars-Cov-2) per poter accedere in chiesa durante le celebrazioni festive e feriali.

 

S. MESSE FESTIVE

 

  • Non può recarsi in chiesa chi presenta temperatura corporea superiore ai 37.5 °C o altri sintomi influenzali, né chi nei giorni precedenti ha incontrato pazienti COVID accertati. 

  • Si entra con la mascherina indossata regolarmente.

  • Si accede e si defluisce dalla chiesa rispettando il distanziamento di 1.5 metri ed osservando le indicazioni degli incaricati (dotati di badge).

  • In chiesa ci si siede solo nel posto assegnato con numero. I fedeli dai 14 anni in su ricevono un posto individuale. I bambini di età inferiore possono stare accanto ad un genitore (non più di 2) garantendo comunque la distanza di un metro dai vicini.

  • La Comunione viene distribuita secondo le norme igieniche dal ministro, che passa fra le panche.

  • Alla conclusione del canto finale (non prima) si esce dalla porta laterale, secondo le precedenze indicate dal sacerdote o dalla voce guida. 

  • Non si può sostare sul sagrato né all’esterno.

  • In caso di infrazioni da parte dei fedeli, a tutela di tutti, il Parroco non esclude di sollecitare l’intervento della Polizia Locale. La situazione è molto seria! Non si scherza, né con la salute né con la responsabilità altrui!

 

S. MESSE FERIALI

 

  • Non può recarsi in chiesa chi presenta temperatura corporea superiore ai 37.5 °C o altri sintomi influenzali, né chi nei giorni precedenti ha incontrato pazienti COVID accertati.

  • Si entra con la mascherina indossata regolarmente.

  • Si accede e si defluisce dalla chiesa rispettando il distanziamento di 1.5 metri.

  • In chiesa ci si siede solo nei posti indicati (bollino rosso) cominciando dalle panche più vicine all’altare.

  • La Comunione viene distribuita secondo le norme igieniche dal sacerdote, che passerà fra le panche.

  • In caso di infrazioni da parte dei fedeli, a tutela di tutti, il Parroco non esclude di sollecitare l’intervento della Polizia Locale. La situazione è infatti molto seria! Non si scherza, né con la salute né con la responsabilità altrui!