Testimonianza di Nicholas

Pubblicato giorno 24 gennaio 2019 - Convivenze Aggregative, In home page, Testimonianze

Prima di questa convivenza la gran parte di noi pensava di conoscere l’altro basandosi solamente su quelle poche parole scambiate a scuola tra un’ora e l’altra. In pochi pensavano che sarebbe cambiato qualcosa, eppure è successo. Siamo abituati a vedere le regole come cose negative ma in questi giorni non è andata per niente così: l’unica regola che ci è stata data è stata alla base della convivenza, ovvero fare ogni cosa insieme, che fosse fare colazione, lamentarsi mentre si lavano i piatti dopo pranzo e dopo cena, cercare di capire qualcosa dei compiti o ballare a justdance. Insomma: nonostante la scuola, le verifiche e le interrogazioni siamo riusciti ad avere momenti di svago con i nostri compagni di classe. Inutile dire che la convivenza è riuscita nel suo intento. Molti di noi sono riusciti ad avere una conversazione con un altro compagno cosa che in classe poteva quasi sembrare impossibile.
Tutto ciò è stato possibile grazie a diverse attività organizzate dagli educatori della convivenza, i quali ci hanno accolto a braccia aperte sin dal primo giorno facendoci sentire a casa.
La convivenza non ci ha fatto conoscere tutto l’uno dell’altro, sarebbe difficile in quattro giorni, ma ci ha dato l’opportunità di iniziare a legare di più tra di noi, cosa che a scuola raramente succede.
Concludo ringraziando di cuore tutti quelli che hanno reso possibile questa convivenza e i miei compagni di classe che l’hanno resa unica.

Nicholas 3C Volta

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)